MAGIX
NEWS A 360°
INAUGURATA LA NUOVA ALA DEL SAN GIOVANNI EVANGELISTA
RITORNA ALL’ELENCO DELLE NEWS RITORNA ALL’ELENCO DELLE NEWS
Filarmonica   Comunale   e   Majorettes   Silver   Girls   hanno   allietato   domenica   scorsa,   28   settembre,   la   tanto   attesa   inaugurazione         della   nuova ala   della   Casa   di   Riposo   San   Giovanni   Evangelista   di   Villanova.   Attesa   da   quasi   6   anni,   oggetto   di   polemiche   e   rinvii,   contenziosi   e alternanti   voci   che   ne   davano,   a   sorti   alterne,   ora   la   chiusura   per   fallimento   amministrativo,   ora   l'imminente   rilancio   grazie   anche all'apertura   della   nuova   ala   per   non   autosufficienti,   questa   inaugurazione   è   stata   fortemente   voluta   dal   nuovo   Cda   guidato   da   Mauro Violato   e   dalla   stessa   amministrazione   comunale   retta   da   Christian   Giordano,   entrambe   impegnatisi   con   grande   decisione,   negli   ultimi mesi,   per   chiudere   tutte   le   pratiche   in   sospeso   e   ottenere   dalla   Regione   Piemonte   l'accredito   del   finanziamento   di   750   mila   euro   (in   dieci anni),   già   deliberato   a   parziale   copertura   degli   interventi   partiti   nel   2008,   ma   solo   recentemente   confermato   a   seguito   della   chiusura   del cantiere.   Circa   un   milione   e   trecento   mila   euro   l'importo   totale   dei   lavori,   appaltati   alla   Apiemme   di   Genova,   su   progetto   e   direzione     dell'Ing.   Mario   Pia   di   Asti   e   20   nuovi   posti   disponibili   per   non   autosufficienti,   questi   i   numeri   dell'operazione   di   ampliamento,   che inizialmente   avrebbe   dovuto   concludersi   in   poco   più   di   un   anno.   Invece   il   buco   amministrativo   evidenziatosi   nel   2008   e   già   denunciato dall'allora   neo   presidente      Mahagna   Taisir   e   alcuni   altri   intoppi   venutisi   a   creare   nel   corso   dei   lavori,   hanno   protratto   di   almeno   4   anni l'intera   vicenda   e   il   tutto   con   gran   farcitura   di   polemiche   e   controversie   fra   le   parti   in   causa.   Domenica   però   tutto   è   sembrato   finalmente appianarsi,   o   almeno   così   sembrerebbe,   e   la   speranza   è   che   la   nuova   ala,   di   fatto   già   in   funzione   da   alcune   settimane,   possa   dare   nuovo slancio   ad   un   patrimonio   sociale   della   comunità   villanovese   cresciuto   grazie   anche   alle      donazioni   e   ai   lasciti   che   nel   corso   dei   decenni   gli stessi   villanovesi   hanno   elargito   all'ente   al   fine   di   preservarne   la   sopravvivenza   al   servizio   della   comunità.   Presenti   quasi   tutti   i   presidenti alternatisi   negli   ultimi   anni   e   diversi   amministratosi   sedutisi   in   seno   al   suo   consiglio   di   amministrazione,   sono   stati   in   successione   il sindaco    di   Villanova,    Christian    Giordano    e    il    presidente    in    carica    Mauro   Violato    a    tenere    i    discorsi    ufficiali    e    ad    effettuare    poi congiuntamente   il   taglio   del   nastro   inaugurale,   mentre   padre   Orazio   Anselmi,   rettore   della   Madonnina   e   parroco   di   Borgo   Savi,   ha impartito   la   benedizione   ai   presenti,   assistito   dal   parroco   di   Villanova,   don   Michelino   Cherio,   membro   di   diritto   del   CdA   della   Casa   di Riposo   stessa,   e   da   don   Carlo   Bordone.      Rimpiazzati   anche   i   due   consiglieri   dimissionari   che   avevano   ridotto   drasticamente   il   CdA   stesso nel   corso   dell'estate:   Saverio   Sciancalepore,   dimessosi   per   divergenze   amministrative   a   fine   luglio   e   Chiara   Parisella,   dimessasi   pochi giorni   dopo   per   motivi   famigliari   e   di   lavoro.   Al   loro   posto   nominati   Fancesca   Calogero   ed   Emilio   Tomadon,   entrambe   provenienti   dal volontariato   locale,   con   esperienze   in   AVIS,   Pro   Loco   e   Consiglio   Pastorale   della   Parrocchia   di   Villanova,   i   quali   vanno   ad   affiancare   il presidente   Mauro   Violato,   la   vice   presidente   Lidia   Tulino   Delmastro   e   don   Michelino   Cherio,   in   carica   dal   precedente   rinnovo,   a   metà dello   scorso   anno.   Quarantaquattro   in   tutto   i   posti   letto   ora   disponibili   presso   la   struttura,   affidata   alla   gestione   in   global   service   della Coop Il Faro dal primo agosto scorso.